Page


R.A.M. - RICERCA, ARCHIVIO, MEMORIA
dal sito di Rai Storia, le due puntate che hanno presentato il servizio realizzato in occasione delle commemorazioni canadesi del 70 anniversario dello Sbarco alleato in Sicilia.
Per visualizzare il comando play far scorrere il riquadro fino in basso
 
   

TRACCE DI STORIA

Il 10 luglio 1943 la 7a armata statunitense e l’ 8a armata anglo-canadese, guidate rispettivamente dai generali George Smith Patton e Bernard Law Montgomery, attaccavano la difesa costiera siciliana da Licata alla penisola della Maddalena con imponenti mezzi navali, armamenti e uomini. Si trattava del più imponente attacco con mezzi anfibi della seconda guerra mondiale, superiore per divisione e mezzi anche a quello più famoso dello sbarco in Normandia che sarebbe avvenuto un anno dopo, il 6 giugno 1944. 
L’esercito anglo-americano contava tremila navi, quattromila aerei e centottantunomila uomini.
Mentre il 30° Corpo d’ Armata britannico sbarcava dalla Costa dell’Ambra sino a Marzamemi, il 13° Corpo d’ Armata puntava verso le spiagge di Avola e Cassibile.

PACHINO - Settantanni dopo, l’evento, passato alla storia con il nome di “Operation Husky”  che diede una decisa spallata al regime, sarà  ricordato da un gruppo di  cittadini canadesi che partendo proprio da Pachino, risaliranno la Sicilia orientale sino ad Agira.
Le tappe intermedie saranno le stesse del percorso tenuto allora dai soldati della 1° divisione di fanteria canadese, toccando comuni come Ispica, Ragusa, Vizzini, Grammichele, Caltagirone, Valguarnera, Raddusa, Regalbuto, Piazza Armerina, Leonforte, Agira, Catenanuova, Adrano e Catania.
I canadesi in quella operazione lasciarono sul terreno 562 soldati mentre di feriti ne contarono 2310.
“Operation Husky 2013” è il nome della marcia di venti giorni che partirà il 10 luglio dalla spiaggia di “Funnu 'i Varchi” nel territorio di Pachino con l’inaugurazione di un monumento rievocativo e si concluderà al Cimitero di guerra canadese nel territorio di Agira dove il 30 luglio del 2013, si svolgerà la cerimonia finale e saranno installati 562 ceppi indicanti i nomi dei caduti con un pensiero alla memoria.
L’operazione “Husky” fu portata a termine dopo 38 giorni e determinò la caduta del regime fascista e il conseguente armistizio siglato segretamente nella cittadina di Cassibile, il 3 settembre del 1943.

E’ ancora vivo il ricordo di quei giorni nella memoria di alcuni anziani nel nostro paese, che videro in quei giovani che marciavano non “gli invasori” ma gente amica che portava loro cibo, libertà ma soprattutto pace.
L'associazione Ikana, in collaborazione con enti, associazioni storiche e studiosi del settore, da diversi anni, sta raccogliendo documenti, foto e testimonianze nell’ambizioso progetto di costituire un archivio storico del periodo.
Se hai qualcosa che ritieni possa interessarci (foto, documenti o quant’altro) non esitare a contattarci !